Veduta panoramica del laghetto Maddalena

ITINERARIO 131


Giro al laghetoo in Val Maddalena





LAGHETTO MADDALENA 2024 slm.

46°09'29.02"N - 11°29'10.64"E

Catasto N° 341


Localizzazione    : Monte Valpiana - Valle Maddalena - Gruppo del Lagorai

Bacino Idrografico : Anonimo - Rio Val Cantieri - Torrente Maso - Fiume Brenta




Lunghezza          : 32 m. 


Larghezza          : 25 m.


Profondità         : Scarsa




Natura Geologica   : Porfidica

Origine            : Glaciale ?




Meteo Passo Manghen


www.meteotrentino.it


Itinerario 




Nome                :   Giro al laghetto di Val Maddalena

Quota altimetrica   :   Bassa 1280 m. - Alta 2202 m.

Lunghezza           :   12.1 km.

Dislivello          :   Salita 960 m. - Discesa 940 m.

Partenza e arrivo   :   Parcheggio sopra abitato di Calamento

Sentieri            :   398 - Tracce

Difficoltà          :   E

Tempo in movimento  :   3.21 h

Tempo totale        :   9.30 h

Periodo             :   29/07/2018


MAPPE

Mappa stradario laghetto  Maddalena
Itinerario laghetto Maddalena
Itinerario  laghetto Maddalene dal satellite
Foto del laghetto Maddalena dal satellite
Laghetto Maddalena topografico


COME ARRIVARE 


Da Trento 49.6 km


Da Trento prendiamo la strada Statale 47 della Valsugana, e dopo aver passato Levico e Novaledo prendere l'uscita per Borgo Valsugana passare il semaforo arrivare alla rotonda prendere per l'ospedale e girare a destra e dopo 200 metri svoltare a sinistra e seguire le indicazioni per Passo Manghen e arrivare alla localita Calamento, proseguire fino ad arrivare ad un piazzale adibito per  deposito di tronchi di legna, qui parcheggiamo la nostra auto, un'insegna della malga Cere ci indica l'inizio del sentiero.



FOTO



Veduta della  Malga Cere
Veduta della valle Maddalena
Veduta del laghetto di Maddalena
Veduta del laghetto dall'alto
Veduta dall'alto del laghetto Maddalena
Veduta del Monte Valpiana con sotto il laghetto Maddalene
Veduta panoramica della valle Maddalena

SLIDE

Veduta panoramica della Valpiana con la catena del Lagorai


Descrizione



Lasciata la macchina prendiamo il sentiero  398 della sat che  sale  a tratti tranquillo e a tratti con pendenza moderata,  ad un certo punto si esce dal bosco e si prende la strada sterrata che ci porta alla malga Cere  1719 m., da qui seguiamo sempre seguendo il sentiero 398 e lo percorriamo passando per il bosco e poi giriamo  a destra e entriamo nella valle Maddalena che sale in direzione nord est verso la forcella  Maddalena. Si sale tra i prati ad uso pascolo  fino ad arrivare al piccolo laghetto che sulle mappe non a nome ma noi lo abbiamo chiamato laghetto Maddalene. Da qui si sale  decisamente in quota a zig zag fino alla forcella Maddalena 21453 m., qui troviamo un bivio e continuiamo per un breve tratto per ammirare la Valpiana e la maestosa catena del Lagorai, ritorniamo alla forcella e qui prendiamo il sentiero che gira in direzione sud est verso il monte Setole, il sentiero non è della sat e non a numero ma è ben tracciato si passano dei punti rocciosi un po esposti ma non pericolosi, fino ad arrivare sotto il monte Setole  da dove qui noi lo saliamo salendo su per i prati erbosi in direzione della cima dove c'è un grosso cumulo di sassi  arrivati in cima il panorama a 365 gradi ci fa ammirare lo spettacolo della catena del lagorai e  il plesso di cima D'Asta e la Valsugana.  Qui ora si scende in direzione est seguendo delle tracce non ben identificate fino ad prendere il sentiero  vero e proprio e si scende verso le malghe di Valpiana e Cere, fino a raggiungerle da qui si scende prendendo il sentiero 398 della sat che abbiamo preso a salire e giù per il bosco fino ad arrivare alla nostra auto.


DETTAGLI




Mappa dettagliata e zoom dinamico  https://www.komoot.com/tour/40533662


Altimetria                                   Mappa 3D

Clicca per ingrandire


VIDEO


FILE GPX

Per scaricare il file gpx del lago di Ledro

cliccare su scarica

VIDEO 3D                                     MAPPA 3D

Clicca per ingrandire
Tracciato 3D del laghetto Maddalena

Punti di appoggio


Durante il nostro percorso troviamo a quota 1700 m. la Malga Cere bellissima struttura per mangiare e dormire e quindi un buon appoggio per la nostra escursione.


Malga Cere



Veduta della malga Cere


Difficoltà


L'itinerarionon presenta nessuna difficoltà , l'unico punto   che comporta un pò di attenzione è la traversata dalla forcella Maddalena al monte Setole dove ci sono dei punti un pò esposti ma non pericolosi fare un pò di attenzione nel procedere sul sentiero.

Attrezzatura



Scarponi,zaino, Bastoncini da trekking, borraccia,giacca antipioggia, occhiali da sole, copricapo, piccola dispensa alimentare per l'acqua non ci sono problemi l'acqua non manca, e un piccolo prontosoccorso, ricordarsi di avere in macchina un cambio abbigliamento, in montagna il tempo può cambiare all'improvviso.

Durata e difficoltà intinerari sono approssimativi in base alle proprie capacità fisiche

Dati scentifici raccolti da riviste e libri e dalla rete internet.