Veduta panoramica  dei laghetto Valle di Campisol

ITINERARIO 142


Giro al laghetto Valle di Campisol





LAGHETTO VALLE DI CAMPISOL 2432 m.

46°26'9.51"N - 10°44'54.95"E

Catasto N ° 172


Localizzazione      : Malga Stablaz - Cima Verdignana - Gruppo Cevedale

Bacino Idrografico  : Anonimo - Torrente Ragaiolo - Torrente Rabbis - T. Noce



Lunghezza           : 120 m. 


Larghezza           : 30 m.


Profondità          : Scarsa




Natura Geologica    : Micascisti

Origine             : Glaciale s.l.









Meteo val di Rabbi


www.meteotrentino.it


Itinerario 




Nome                : Giro al laghetto in Valle di Campisol

Quota altimetrica   : Bassa 1366 m. - Alta 2446 m.

Lunghezza           : 16.8 km.

Dislivello          : Salita 1170 m. - Discesa 1170 m.

Partenza e arrivo   : Parcheggio Coler

Sentieri            : Strada sterrata - 106 -128 - Tracce - Sentiero della Fauna

Difficoltà          : EE

Tempo in movimento  : 6.18 h

Tempo totale        : 10.0 h

Periodo             : 11/08/2019


MAPPE

Mappa stradario laghetto Val di Campisol
Itinerario laghetto Valle di Campisol
Itinerario satellitare laghetto di Valle Campisol
Laghetto Valle di Campisol  dal satellite
Laghetto Valle di Campisol topografico


COME ARRIVARE 


Da Trento 66 km


Da Trento si parte in direzione  nord lungo la sp 235 della Rocchetta per la Val di Non e poi passata la val di Non si arriva al ponte di Mostizzolo e si gira a sinistra per la val di Sole, giunti ad un bivio prima di Malè si svolta a destra per la Val di Rabbi su strada asfaltata fino ad arrivare alle località  S. Bernardo di Rabbi, poi si continua fino alla località Piazzola di Rabbi, poi fino alla località  Somrabbi e poi di continua fino ad arrivare la parcheggio  Coler, dove c'è una bella ara di pic nic e divertimento per i bambini, qui parcheggiamo la nostra auto . Attenzione al divietao di transito del Bus navetta chiedere informazione all'ATP della zona e il parcheggio è a pagamento.


FOTO



Veduta del Baito Campisol alto
Veduta del laghetto Campisol
Veduta del laghetto Campisol
Veduta del laghetto Campisol
Veduta da lontano del laghetto Campisol
Veduta del torrente che scende dalla Piana Campisol
Veduta panoramica del laghetto Campisol

SLIDE

Veduta panoramica dall'alto del laghetto Campisol


Descrizione




Dal parcheggio alla località Coler ci si incammina sulla strada sterrata che  è anche il sentiro 106 che porta al rifugio bar Fontanino e qui si continua su atrada sterrata fino ad arrivare alla malga Stablasol 1539 m. da qui si sale ancora fino al Centro Visitatori( Piccolo Museo ) ora da qui si sale lungo il sentiero che sale ripido fino al Dos della Cros dove abbiamo una bella visuale verso la valle di Rabbi. Qui ora continuiamo fino al recinto di legno dove dopo aver passato qui sulla sinistra troviamo il sentiero 128 che salendo ripido e a zig zag ci porta al Baito Campisol 2126 m. Ora abbandoniamo il sentiero 128 e noi andiamo a sinistra seguendo un sentiero ben tracciato e poco dopo sulla destra dobbiamo fare attenzione a vedere un ometto di pietra con dei rami infilati questo è l'inizio del nostro sentiero che in certi tratti non è ben visibile si sale decisamente di quota a zig zag passando sotto un costone e si arriva alla base di un torrente e da qui lo si costeggia seguendo gli ometti di pietra fino ad arrivare alla valle del campisol che si apre in un grande panorama ora si gira a destra e in lontananza si intravede il Baito Campisol alto 2432 m. e vicino troviamo il laghetto di Valle Campisol. Qui lo spettacolo è assicurato da un ambiente selvaggio in fondo alla valle si intravede le vime di Ponte Vecchio quella di Campisol e Cima Careser. Per il ritorno scendiamo a ritroso fino all'ometto di pietra sopra il Baito Campisol, da qui noi seguiamo il sentiero che porta a Malga Maleda o Stablaz, si scendeun tratto fino ad arrivcare ad una cascata dove passiamo un ponticello fatto da un asse con una catena per tenersi fare attenzione a non scivolare, poi si cotinua in un saliscendi fino ad arrivare alla malghetto Forborida e poi in un breve tratto arriviamo a intravedere la Malga Maleda o Stablaz qui troviamo un sentiero che scende giù fino alla strada sterrata che porta lla malga Maleda Bassa poi giu ancora per la strada sterrata fino al bivio per il sentiero Naturalistico che scende giù per il bosco fino ad arrivare alla strada sterrata che ci porta al parcheggio dove troviamo la nostra auto.


DETTAGLI




Mappa dettagliata e zoom dinamico https://www.komoot.com/tour/85599706


Altimetria     

Clicca per ingrandire


VIDEO

VIDEO 3D

Clicca per ingrandire


FILE GPX

Per scaricare il file gpx dei Laghetto Campisol, cliccare su scarica

MAPPA 3D

Tracciato 3D del Laghetto Valle Campisol

Punti di appoggio


Durante il nostro percorso alla scoperta del laghetto possiamo trovare subito all'inizio la Malga Stablasol ottimo punto di ristoro e verso la fine del nostro itinerario la Malga Stablaz Alta dove si può mangiare e dormire in un ambiente famigliare e confortevole nella tradizione delle nostre terre. Qui la malga è aperta nel periodo estivo. Al Baito Campisol Alto lo abbiamo trovato aperto può essere usato per un bivacco di emergenza in caso di brutto tempo.



Malga Stablaz alta ( Maleda alta )



Malga Stablasol




Malga Stablaz Alta ( Maleda Alta )

Malga Stablaz Alta ( Maleda Alta )

Veduta della Malga Stablasol

Malga Stablasol


Difficoltà


L'itinerario a una lunghezza di 16.8 km e quindi bisogna essere preparati bene fisicamente, e il dislivello di 1100 metri lo rende impegnativo, fare attenzione dopo il baito Campisol di trovare il sentiero a destra che porta al laghetto per l'assenza di precise indicazioni, trovare ometto con dei rami inseriti.( prima di un grosso e alto ometto di sassi ).

Attrezzatura



Scarponi,zaino, Bastoncini da trekking, borraccia,giacca antipioggia, occhiali da sole, copricapo, piccola dispensa alimentare per l'acqua non ci sono problemi l'acqua non manca, e un piccolo prontosoccorso, ricordarsi di avere in macchina un cambio abbigliamento, in montagna il tempo può cambiare all'improvviso.

Durata e difficoltà intinerari sono approssimativi in base alle proprie capacità fisiche

Dati scentifici raccolti da riviste e libri e dalla rete internet.